I falsi amici inglesi degli italofoni: 10 dei nostri errori più comuni (e più gravi)

Le lingue nel mondo: numeri e curiosità
3 agosto 2017

L’inglese viene spesso considerato erroneamente una lingua semplice, specialmente da noi italofoni, professionisti nel gesticolare laddove le parole non bastano.

Ma se i gesti e le frasi inventate possono risultare divertenti e latinamente affascinanti sotto l’ombrellone mentre si broccola una biondona svedese, inciampare su differenze culturali magari durante una riunione importante o mentre presentiamo il progetto dei nostri sogni al super direttore galattico potrebbe non farci tanto ridere.

Ma quali sono gli errori più comuni (e più gravi) in ambito lavorativo, quelli che potrebbero spingere Elisabetta II a scagliarci i suoi amatissimi (e ferocissimi) Corgie ai polpacci?

Ricordate i famigerati “false friends” che abbiamo dovuto imparare sui banchi di scuola? Secondo gli esperti di Business English questi sono 10 dei nostri errori più comuni e potenzialmente imperdonabili. Prendete nota!

 

  1. Notice

“I have some notices to share with you about this project.”

 

Non significa “notizia” ma “avviso”, “comunicazione”, “nota” e se siete negli USA attenzione: dire al vostro capo “I want to give notice” significa che volete dare le dimissioni.

 

  1. Vacancy

 

“I’m planning a vacancy to Mauritius.”

 

No, vacancy non significa “vacanza”. Proprio chi cerca lavoro vorrebbe trovare una vacancy, ossia un posto vacante. Se vai in vacanza, vai on holiday (British English) oppure on vacation (American English).

 

  1. Argument

 

“This is the argument I’d like to talk about today.”

 

Esordendo cosi all’inizio di un meeting, non stupitevi se i vostri colleghi d’oltremanica vi guarderanno storti. Argument significa infatti “litigio”, “discussione”, i termini che corrispondono al nostro “argomento” sono topic, subject, matter, theme.

  1. Decided

 

“I am very decided to make a significant difference at your company.”

Siamo a un colloquio, ci chiedono di elencare i nostri pregi e noi ci definiamo come delle persone determinate, decise a impegnarci per raggiungere i nostri obiettivi.

Se vogliamo che questo messaggio arrivi anche al nostro recruiter britannico, abbandoniamo il false friend decided e iniziamo a utilizzare il termine corretto determined.

 

  1. Lecture

 

“I’ll give a lecture to your cover letter and I’ll give you my feedback.”

Lecture è un termine molto utilizzato sia in ambito professionale che accademico per indicare una lezione o una conferenza. Se vogliamo esprimere il concetto di “lettura” possiamo utilizzare il verbo to read e la sua forma sostantivata.

 

  1. Terrific

 

“The project was terrific. You have to do it again.”

 

Sorridete e rilassatevi se il vostro capo vi dice che avete fatto un terrific job.

Al contrario di come suona nella nostra mente italiana, il termine significa “splendido”, “magnifico”.

 

  1. Actually

 

“I’m actually working on a new project.”

 

Termine usato e forse abusato nel mondo anglofono, trappola costante per tutti i non madrelingua. Actually significa “in realtà”, “effettivamente”, ma non ha nulla a che fare con il tempo: se volete dire “attualmente” il termine da utilizzare è currently.

 

  1. Adjust

 

“I want to adjust the photocopier before the boss comes back.”

 

Siamo abilissimi a tirare a indovinare, ma attenzione: a volte il significato è completamente sbagliato! È il caso di adjust che ricorda il nostro “aggiustare”, ma significa invece “adattarsi”, “inserirsi”, “adeguarsi”. “Aggiustare” nel senso di “riparare qualcosa di rotto” in inglese è indicato dal verbo to fix.

 

  1. Realize

 

“We realized this project from scratch, we’re very proud of it.”

 

Anche in questo caso nessuna coincidenza di significato, fatevene una ragione.

Il verbo to realize significa “rendersi conto”, “capire”, “comprendere” e non può essere utilizzato né con il significato di “produrre” (in questo caso possiamo utilizzare verbi come to design, to produce, to craft)né di “realizzare”, “soddisfare” (concetto che in inglese potete invece esprimere con il verbo to fulfill o con to make something come true).

  1. Ultimate

 

“The ultimate project I worked on wasn’t very interesting.”

 

Forse uno dei più ingannevoli e per questo uno dei più comuni. La tentazione di utilizzarlo o di tradurlo con il significato di “ultimo” è davvero forte, ma cerchiamo di sforzarci a utilizzare il termine corretto, last (“The last project I worked on…”). Ultimate significa infatti “definitivo”, “migliore”, “massimo” anche se in alcuni casi può assumere il significato di “più recente”.

 

 

 

Reistlingue trasforma i falsi amici in tuoi migliori amici. Vieni a scoprire come!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Italiano